3M e COPAG insieme nella lotta alle infezioni correlate all’assistenza

3M e COPAG insieme nella lotta alle infezioni correlate all’assistenza
Condividi:
Share

3M e COPAG, Consorzio della Ospedalità Privata per gli Acquisti e le Gestioni, collaboreranno nella lotta alle infezioni correlate all’assistenza.

“Siamo orgogliosi di poter annunciare questa nuova collaborazione – spiega Alessandro Lofoco, responsabile area Medical Solutions 3M Italia – che nasce con l’obiettivo di offrire ai pazienti che accedono alle strutture ospedaliere private, soluzioni integrate in grado di migliorare la degenza lungo tutto il percorso di cura attraverso la costruzione di un vero e proprio sistema di prevenzione e controllo delle infezioni correlate all’assistenza. Grazie a COPAG, che rappresenta una vera e propria “centrale di acquisti nel panorama sanitario”, le strutture potranno avviare progetti specifici, contando su prodotti di altissima qualità con un elevato rapporto costi-benefici”.

“In un momento storico in cui le risorse sono sempre più limitate, poter offrire prodotti di qualità è l’unica logica vincente. Oggi, infatti, una corretta gestione dell’assistenza sanitaria non può guardare solo al singolo risparmio ma deve puntare sull’affidabilità e sull’efficienza – aggiunge Marco Miraglia, attuale Presidente della Copag – L’Ospedalità privata riunita in AIOP e servita da COPAG, da sempre attenta al contenimento dei costi, è certamente il partner ideale per avviare il processo di trasformazione del sistema sanitario grazie ad una visione d’insieme che permette loro di capire che oggi bisogna andare oltre il prezzo d’acquisto e valutare il costo reale della cura”.

Tra gli obiettivi di questa alleanza, c’è quindi quello di contribuire alla lotta alle infezioni correlate all’assistenza, una lotta in cui 3M è protagonista attraverso la Campagna “Ospedale Senza Infezioni”, un’iniziativa nata per sensibilizzare i cittadini e diffondere un programma d’azione condiviso con gli operatori sanitari verso l’adozione di sempre più efficaci modelli di prevenzione.

Taggato con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*