Pfizer: per Paxlovid offerta supera la domanda

Condividi:
Share

(Reuters) – La domanda mondiale per l’antivirale orale contro il COVID-19 di Pfizer, Paxlovid, è stata finora inaspettatamente debole, probabilmente a causa dei complessi criteri di idoneità, della riduzione dei test di laboratorio e delle possibili interazioni farmacologiche del medicinale, oltre che per la percezione errata che l’infezione dalla variante Omicron del coronavirus non sia così grave.

Paxlovid ha mostrato di ridurre ricoveri e decessi in pazienti ad alto rischio di COVID-19 grave di circa il 90%, in un trial clinico. Nonostante un recente aumento delle infezioni, l’offerta dell’antivirale ha superato di gran lunga la domanda negli USA, nel Regno Unito, in Giappone e in Corea del Sud, secondo quanto appreso da Reuters.

Pfizer prevede di produrre fino a 120 milioni di cicli di Paxlovid quest’anno e di realizzare almeno 22 miliardi di dollari di vendite dai contratti firmati all’inizio di febbraio.

Gli USA, il più grande acquirente, hanno accettato di acquistare fino a 20 milioni di dosi quest’anno, pagando circa 530 dollari per ciclo. Nella prima metà di aprile, i dati americani hanno riferito che Pfizer ha distribuito circa 1,5 milioni di cicli e che le farmacie ne hanno ancora oltre 500mila a disposizione. Ma il panorama, soprattutto in altri Paesi, sarebbe in evoluzione con la variante Omicron, secondo quanto sottolineato dall’azienda americana.

Il lancio dell’antivirale è stato lento, per esempio, in Asia, nonostante alcuni Paesi abbiano di recente registrato record di infezioni. Il Regno Unito, invece, ha stabilito accordi per 2,75 milioni di cicli di Paxlovid e – secondo il National Health Service – il farmaco è stato somministrato a oltre seimila pazienti a inizio aprile.

In Italia, invece, che da febbraio riceve circa 50mila cicli di Paxlovid al mese, il farmaco è stato prescritto a circa 8.300 persone. L’AIFA ha da poco consentito anche ai medici di base di prescrivere l’antivirale, per cui il suo uso potrebbe aumentare.

Fonte: Reuters
(Versione italiana Daily Health Industry)

Notizie correlate

Lascia un commento



SICS S.r.l. Via Boncompagni 16 - 00187 Roma
Partita IVA: 07639150965

Daily Health Industry © 2022