Novo Nordisk: collaborazione con il MIT nel settore dei dispositivi di erogazione dei farmaci

Condividi:
Share

Novo Nordisk amplia la sua collaborazione con il Massachusetts Institute of Technology (MIT) e con il Brigham and Women’s Hospital (BWH) nell’ambito dei dispositivi di erogazione dei farmaci. Basandosi su tecnologie innovative come la pillola robotica SOMA, i tre partner lavoreranno su strumenti di rilascio di farmaci dotati di sistemi bioelettronici e di sensori sensibili agli stimoli.

MIT, BWH e Novo Nordisk hanno iniziato a lavorare insieme nel 2015 su dispositivi alternativi alle siringhe e agli iniettori a penna. L’obiettivo era quello di sviluppare nuovi sistemi che consentano la somministrazione orale di farmaci biologici. Quattro anni dopo, i tre partner hanno pubblicato i dettagli relativi a una capsula progettata per iniettare nello stomaco un piccolo ago costituito da insulina compressa in modo da consentire la somministrazione orale di insulina. Novo Nordisk ha concesso in licenza questa tecnologia che sta per entrare in clinica e poi ha esteso l’ambito e la durata della sua collaborazione con MIT e BWH fino al 2026.

Nei prossimi anni, quindi, Novo Nordisk lavorerà con MIT e BWH nell’ambito di un accordo che comprende “la creazione e l’integrazione di sistemi bioelettronici, biosensori e dispositivi di erogazione sensibili agli stimoli”.

La pharma ha focalizzato nel 2020 il suo interesse per i prodotti biologici a somministrazione orale con l’acquisto da 1,35 miliardi di dollari di Emisphere e del suo sistema di erogazione di farmaci Eligen. Questa tecnologia viene utilizzata per il farmaco Rybelsus, una formulazione orale del semaglutide agonista del recettore GLP-1 messa a punto da Novo Nordisk.

 

Notizie correlate

Lascia un commento



SICS S.r.l. Via Boncompagni 16 - 00187 Roma
Partita IVA: 07639150965

Daily Health Industry © 2022