J&J si rafforza nella cardiologia: acquisita Abiomed per 16,6 mld di dollari

Condividi:
Share

Johnson & Johnson ha acquisito Abiomed, produttore di dispositivi cardiaci con sede in Massachusetts, per 16,6 miliardi di dollari.

Secondo i termini dell’accordo, la big pharma pagherà 380 dollari per ogni azione di Abiomed, un premio di quasi il 51% rispetto al prezzo delle azioni della società alla chiusura del mercato di lunedì 31 ottobre.

J&J si è inoltre impegnata a versare fino a 35 dollari in più per azione attraverso un diritto di valore contingente pagabile in caso di raggiungimento di determinate milestones “commerciali e cliniche”.

I consigli di amministrazione di entrambe le società hanno approvato l’acquisizione che dovrebbe concludersi entro la fine del primo trimestre del 2023.

L’operazione è la più grande realizzata da J&J dopo l’acquisizione di Actelion per 30 miliardi di dollari, avvenuta nel 2017, e arriva in un momento in cui la big pharma sta lavorando per scorporare le attività del settore della consumer health dai business farmaceutico e dei dispositivi medici.

L’acquisizione di Abiomed espanderà l’attività di J&J nel settore dei dispositivi cardiovascolari e arricchirà il portafoglio prodotti di elettrofisiologia.

Abiomed opererà come azienda autonoma all’interno di J&J. L’amministratore delegato e presidente della società, Michael Minogue, ha stabilito un piano di successione e l’attuale direttore commerciale Andrew Greenfield diventerà presidente dell’azienda. Michael Bodner, presidente mondiale di Biosense Webster Electrophysiology, contribuirà a guidare l’integrazione sotto la guida di Ashley McEvoy, presidente mondiale del settore medtech di J&J.

Notizie correlate

Lascia un commento



SICS Srl | Partita IVA: 07639150965

Sede legale: Via Giacomo Peroni, 400 - 00131 Roma
Sede operativa: Via della Stelletta, 23 - 00186 Roma

Daily Health Industry © 2022