Eli Lilly: utili sopra le stime per il 2022

Condividi:
Share

(Reuters) – Puntando sull’approvazione di nuovi farmaci che contribuirà a contrastare l’impatto di farmaci competitor e la pressione sui prezzi, Eli Lilly prevede profitti per il 2022 superiori alle stime degli analisti di Wall Street.

L’azienda ha in programma di lanciare altri cinque farmaci nei prossimi due anni, tra cui tirzepatide per il diabete e donanemab per il trattamento della malattia di Alzheimer, per raggiungere l’obiettivo di mettere sul mercato 20 nuovi farmaci nel decennio 20103-2023.

Eli Lilly ha anche aumentando le sue aspettative di profitto e vendite per l’anno in corso, in virtù anche di un recente contratto del governo USA per la fornitura del suo trattamento a base di anticorpi contro il COVID-19. Il mese scorso, infatti, il governo americano ha acquistato 614mila dosi in più di bamlanivimab ed etesevimab, per 1,29 miliardi di dollari.

La pharma USA ha affermato di aspettarsi, ora, che con le sue terapie per il COVID-19 il fatturato arriverà a circa 2,1 miliardi di dollari nel 2021, in aumento rispetto alla precedente previsione di 1,3 miliardi di dollari.

L’utile per il 2022 dovrebbe oscillare tra 8,50 e 8,65 dollari per azione, oltre le stime di 8,18 dollari. E donanemab, secondo alcuni esperti, potrebbe essere utile per una popolazione più ampia di pazienti rispetto ad Aduhelm, di Biogen, il farmaco approvato a giugno per la malattia di Alzheimer dalla FDA.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana Daily Health Industry)

Notizie correlate

Lascia un commento



SICS S.r.l. Via Boncompagni 16 - 00187 Roma
Partita IVA: 07639150965

Daily Health Industry © 2022