CEPI: al via ricerca su vaccino ad ampio spettro contro i coronavirus

Condividi:
Share

La Coalition for Epidemic Preparedness Innovations (CEPI) ha siglato un accordo con due partner, Caltech e Università di Oxford, per far avanzare lo sviluppo di un nuovo vaccino che agirebbe, oltre che contro il COVID-19, anche contro altri betacoronavirus simili a quello che causa la SARS.

Il finanziamento dell’accordo prevede un’erogazione fino a 30 milioni di dollari e sosterrà, in particolare, l’avanzamento del prodotto alla Fase I di sperimentazione ed eventuali attività regolatorie. I lavori saranno guidati dal Centre for Process Innovation (CPI), del Regno Unito.

Il nuovo vaccino, basato sulla tecnologia nota come “mosaic-8”, ha anche il potenziale di ridurre i costi e le complicazioni a livello di catena di approvvigionamento – associate alla produzione della maggior parte dei vaccini – perché non prevede la necessità di conservare il prodotto in celle frigorifere o di avere competenze specialistiche per la produzione, aumentandone di conseguenza anche l’accessibilità.

Molti degli attuali candidati vaccini contro il COVID-19 funzionano con frammenti della proteina spike, il dominio di legame al recettore (RBD) all’organismo, in modo che possa generare una risposta immunitaria.

Il vaccino allo studio, invece, concentra la risposta immunitaria su porzioni condivise da tutti i virus della famiglia dei betacoronavirus, simili a quello che provoca la SARS, in cui ci sono frammenti di proteina spike e altri sette diversi tipi di coronavirus ‘incollati’ a nanoparticelle proteiche denominate “mosaic-8”.

Su una singola nanoparticella, dunque, è possibile avere frammenti di più virus. La ricerca preclinica, pubblicata su Science, ha mostrato che la tecnologia del vaccino con nanoparticelle mosaic-8 induce risposte immunitarie contro i betacoronavirus simili alla SARS, nonché contro altri coronavirus di cui non sono state visualizzate le componenti. Quindi, in teoria, la nuova tecnologia potrebbe fornire protezione contro future varianti SARS-CoV-2 e di altri coronavirus non ancora scoperti.

 

Notizie correlate

Lascia un commento



SICS Srl | Partita IVA: 07639150965

Sede legale: Via Giacomo Peroni, 400 - 00131 Roma
Sede operativa: Via della Stelletta, 23 - 00186 Roma

Daily Health Industry © 2022