Anche Regeneron punta ai farmaci antitumorali a doppio bersaglio

Condividi:
Share

Regeneron ha raggiunto un accordo per lo sviluppo congiunto di farmaci antitumorali con la biotech CytomX Therapeutics, che riceverà 30 milioni di dollari in anticipo e fino a 2 miliardi di dollari in pagamenti successivi se verranno raggiunti determinati traguardi clinici e commerciali.

La collaborazione è incentrata sulle “strategie di mascheramento biologico” di CytomX, progettate per consentire ai farmaci antitumorali di rimanere inattivi fino a quando non entrano nel tumore. In questo modo vengono ridotti potenzialmente gli effetti collaterali e si amplia, nel contempo, la loro finestra terapeutica.

C’è una notevole concorrenza all’interno del settore farmaceutico per lo sviluppo di trattamenti antitumorali a doppio bersaglio, capaci di agganciare simultaneamente come bersagli le cellule tumorali e immunitarie. Tecvayli di Johnson & Johnson è diventato in ottobre il primo trattamento di questo tipo disponibile negli Stati Uniti contro il mieloma multiplo.

Notizie correlate

Lascia un commento



SICS Srl | Partita IVA: 07639150965

Sede legale: Via Giacomo Peroni, 400 - 00131 Roma
Sede operativa: Via della Stelletta, 23 - 00186 Roma

Daily Health Industry © 2022