Veracyte e J&J: test genomici per lo screening del tumore al polmone

4 Gennaio, 2019 nessun commento


Condividi:
Share

Veracyte e Johnson & Johnson collaborano alla scoperta di test per la diagnosi precoce del cancro del polmone

Veracyte, biotech specializzata nella messa a punti di test genomici, e Johnson & Johnson hanno firmato un accordo del valore di 20 milioni di dollari per sviluppare e commercializzare test diagnostici per lo screening del cancro del polmone nelle sue fasi iniziali.

Veracyte percepirà una commissione anticipata di 5 milioni di dollari e potrebbe incassare in seguito fino a 15 milioni in milestones.

In base all’accordo, Veracyte e J & J’s Lung Cancer Initiative esamineranno i dati clinici di oltre 5.000 pazienti.

Veracyte fornirà anche campioni bronchiali e nasali provenienti dai suoi studi clinici e utilizzerà la sua piattaforma di sequenziamento dell’intero trascrittoma RNA.

J & J è in grado di utilizzare l’analisi genomica “a scopo terapeutico” e Veracyte spera che questa partnership permetterà lo sviluppo di un test con tampone nasale non invasivo per diagnosticare precocemente il cancro ai polmoni.

Il test, denominato Percepta, è progettato per identificare i pazienti a basso rischio di cancro , in modo che possano evitare un intervento chirurgico diagnostico.

Una versione di Percepta di prima generazione, che gira su una piattaforma diversa, è già disponibile sul mercato.

Alla fine del 2017, Veracyte ha presentato dati che dimostrano che il test Percepta ha ridotto il numero di procedure invasive di oltre il 50% nello screening e nella diagnosi del cancro del polmone

Il valore in contanti dell’accordo potrebbe dunque raggiungere i 20 milioni di dollari, ma il CEO di Veracyte, Bonnie Anderson, ritiene che valga di più.

“Stimiamo che il valore combinato monetario e non monetario della collaborazione con Veracyte vada oltre i 50 milioni di dollari”, ha detto Anderson in una dichiarazione. “La componente monetaria consiste in un pagamento anticipato di 5 milioni di dollari e la possibilità di guadagnare fino a un totale di 15 milioni di dollari in futuri pagamenti di sviluppo e rimborsi. Il valore non monetario riflette il valore significativo delle coorti cliniche accessibili a Veracyte attraverso la collaborazione. Anche in seguito a questo accordo, ci aspettiamo che le entrate del nostro servizio biofarmaceutico per il 2019 aumentino di circa 5 milioni di dollari”.

Tag:,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*