Thermo Fischer: antitrust inglese dice no ad accordo con Roper

11 Giugno, 2019 nessun commento


Condividi:
Share

(Reuters Heatlth) – Thermo Fisher e Roper Technologies hanno deciso ieri, insieme, di non firmare l’accordo in base al quale Thermo Fisher avrebbe dovuto acquistare l’unità Gatan di Roper.

L’operazione da 925 milioni di dollari, annunciata lo scorso giugno, aveva attirato l’attenzione della Competition and Markets Authority (CMA), l’antitrust inglese, che aveva avviato un’indagine approfondita a gennaio per verificare che l’accordo non andasse contro la libera concorrenza di mercato.

Thermo Fisher mirava a rafforzare la sua attività nell’ambito della microscopia elettronica acquisendo Gatan, che produce componenti altamente specializzate come filtri e macchine fotografiche, applicate ai microscopi.

Secondo la CMA l’accordo sarebbe andato a rafforzare la già robusta posizione sul mercato di Thermo Fisher e, come conseguenza dell’operazion,e i prezzi dei microscopi sarebbero potuti salire.

La rescissione dell’accordo, comunque, non andrà a influire sulla partnership che prevede una fornitura a lungo termine di sistemi di filtraggio, telecamere e software da parte di Gatan a Thermo Fisher, almeno secondo quanto sottolineato dalle due aziende in una nota.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana per Daily Health Industry)

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*