Takeda, quando le IBD sono malattie da graphic novel

26 ottobre, 2017 nessun commento


Takeda parla di malattie infiammarorie intestinali utilizzando il linguaggio della graphic novel. E lo fa in collaborazione con il colosso dell’animazione Marvel per la campagna IBDUnmasked, diffusa in Italia anche grazie all’Associazione A.M.I.C.I. Onlus. Protagonista è Samarium, supereroe con colite ulcerosa e del team Gli Invincibili. L’obiettivo di IBDUnmasked è quello di mettere al centro i pazienti che soffrono di IBD , raccontandone le sfide fisiche ed emotive che quotidianamente devono affrontare e accendere i riflettori sulla comunità silenziosa dei supereroi con colite ulcerosa e malattia di Crohn, esaltandone il coraggio, la forza e la determinazione con cui ogni giorno affrontano queste malattie. Nel primo capitolo della graphic novel, gli autori di Marvel Custom Solutions hanno presentato Samarium, che nella vita reale è Ian , specialista in medicina legale affetto da colite ulcerosa, e con lui il team Gli Invincibili: Ethan alias Switchback e Olivia alias Datawave , entrambi con colite ulcerosa, Leo alias Rubblerouser, che ha un fratello affetto da malattia di Crohn, e l’infermiera Jiang alias Luminaria. Ora la storia prosegue e il secondo capitolo si apre con un disastroso terremoto, dietro cui si sospetta non ci siano cause naturali, bensì l’azione malvagia di una potente azienda, la Appius Unlimited, che avrebbe liberato un agente tecno-organico nell’atmosfera. Mentre il gigante tecnologico respinge le accuse, i lettori conoscono sempre più da vicino le storie personali dei personaggi, che si intrecciano e si incontrano in una trama fitta e coinvolgente. Oltre alla graphic novel, il cuore della campagna è il sito www.ibdunmasked.com/global/it, che offre a pazienti e caregiver contenuti informativi e strumenti utili per la gestione quotidiana di queste malattie, oltre a preziosi suggerimenti per migliorare la comunicazione con il proprio medico, resa talvolta difficoltosa dalla natura stessa delle IBD.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*