Novo Nordisk

(Reuters Health) – Novo Nordisk e Croce Rossa hanno stretto una partnership per cercare di migliorare il trattamento delle persone con malattie croniche che vivono nei Paesi coinvolti nelle crisi umanitarie, dalla Siria allo Yemen. Secondo l’OMS, le malattie croniche

Ok della FDA all’aggiornamento dell’etichetta di Tresiba, l’insulina basale di Novo Nordisk. L’ente regolatorio americano ha accolto i dati dello studio Devote, nel corso del quale Tresiba si è mostrata in grado di ridurre il rischio di ipoglicemia del 40%

Ozempic aveva già dimostrato di poter indurre la perdita di peso nei pazienti diabetici. Ora, al termine di uno studio di fase II, il farmaco ha dimostrato questa efficacia anche in pazienti obesi non diabetici. I dati presentati dalla pharma

Primo, grande colpo messo a segno nel mercato USA da Novo Nordisk per Ozempic (semaglutide). Express Scripts, una delle più importanti pharmacy benefit manager del Paese, ha inserito la molecola della pharma danese nei propri prontuari. Ciò significa che milioni

(Reuters Health) – Novo Nordisk, ha presentato primi dati positivi di un ampio studio finale su Ozempic, che la pharma danese spera presto si riveli un farmaco rivoluzionario nella gestione del diabete e un blockbuster. Il primo dei 10 studi

(Reuters Health) – Novo Nordisk punta molto su Ozempic (semaglutide) per rivoluzionare l’offerta terapeutica per il diabete, un mercato dal bacino di 450 milioni di persone. In particolare punta sulla modalità di  somministrazione (via orale) che dovrebbe garantire al farmaco

Deludente Q4 per Novo Nordisk, chiuso con la mancata acquisizione di Ablynx. Nell’ultimo trimestre i ricavi hanno raggiunto i 112 miliardi di corone danesi, il 2% in meno rispetto alle previsioni, con un calo delle vendite di biofarmaceutici del 18%

(Reuters Health) – Il gruppo biotech belga Ablynx ha rifiutato l’offerta di acquisto di 2,6 miliardi di euro avanzata da Novo Nordisk. E ora l’azienda danese potrebbe essere costretta ad aumentare l’offerta o a vedere entrare altre società nella trattativa.

(Reuters Health) – Dopo l’ok della FDA all’inizio di dicembre, l’antidiabetico Ozempic (semaglutide) di Novo Nordisk incassa il parere positivo del CHMP dell’EMA, che prepara di fatto il terreno a una rapida approvazione dell’ente regolatorio europeo (probabilmente entro il primo

(Reuters Health) – Ok da FDA per Ozempic (semaglutide), l’analogo  di GLP-1 messo a punto da Novo Nordisk. Ozempic arriva sul mercato con una formulazione iniettabile una volta a settimana, con la speranza della pharma danese  che sottragga quote di

Dopo che l’FDA ha fugato i dubbi sulla sua efficacia, Novo Nordisk potrebbe ricevere entro fine anno l’approvazione definitiva da parte dell’ente regolatorio americano per semaglutide. È dunque arrivato il momento, per l’azienda danese, di prepararsi al lancio del nuovo

(Reuters Health) – Semaglutide è efficace, non causa problemi cardiaci e porterebbe solo a limitati rischi a livello visivo. È la conclusione cui è giunta la Food and Drug Administration americana in una revisione preliminare del prodotto messo a punto

Una petizione pubblica a difesa del suo farmaco per il diabete, Victoza. Parte da qui al strategia difensiva di Novo Nordisk, che vuole proteggere il brevetto del suo blockbuster, che scadrà nel 2020, dalla scalata dei generici. La complessità del

Novo Nordisk può prepararsi al lancio della sua insulina ultrarapida, Fiasp, anche negli USA, dove al secondo tentativo ha ottenuto l’ok alla commercializzazione da parte della FDA. Ad annunciare l’approvazione è stata la stessa azienda danese, secondo la quale l’ente

(Reuters Health) –  Quasi 60 milioni di dollari: tanto costerà a Novo Nordisk l’aver ignorato gli avvertimenti della FDA americana riguardo i rischi di cancro legati al suo antidiabetico Victoza. Il Dipartimento di Giustizia americano ha annunciato ieri l’accordo con

(Reuters Health) – Arriva il sì della FDA all’estensione di indicazione per Victoza, l’antidiabetico messo a punto da Novo Nordisk. Victoza potrà essere prescritto anche per ridurre il rischio di eventi cardiovascolari nei pazienti con diabete di tipo 2. È