farmaci

Dalla revisione del prontuario farmaceutico, alla verifica di dispensazioni di dosi personalizzate, passando per una revisione delle disposizioni sui biosimilari fino alla digitalizzazione dei Registri Aifa, le nuove misure sul payback e allo studio di tetti di spesa regionali. E

200 miliardi di dollari entro il 2022. È questa la cifra record prevista da un recente rapporto per la spesa dei farmaci oncologici negli USA. Secondo il documento, redatto da ‘Iqvia institute for human data science , il prezzo medio

Nella guerra dei dazi tra Usa e Cina entrano anche i prodotti biofarmaceutici e i dispostivi medici. L’Ufficio del U.S. Trade Representative (USTR) ha proposto martedì di inserire una tariffa aumentata del 25% su oltre 1.300 prodotti cinesi, per un

Il 2018 sarà l’anno con il maggior numero di lanci di blockbuster nella storia recente dell’industria farmaceutica. Da oggi ai prossimi quattro anni una dozzina di prodotti di successo arriveranno sul mercato. La previsione emerge dal report Drugs to Watch

I settori di business del futuro? Emicrania e NASH. Ne sono convinti molti analisti, in particolare quelli del Credit Suisse, che stimano il solo mercato dell’emicrania in 5 miliardi di dollari. C’è dunque attesa per le nuove classi di farmaci,

Il 9% della produzione mondiale di principi attivi farmaceutici arriva dall’Italia, l’85% è destinato all’export (40% negli Usa, 36% in Europa e il 18% in Giappone). Un volume di produzione che muove 3,6 miliardi di euro. A fornire questi incoraggianti

(Reuters Health) – La corsa agli armamenti nucleari tra la Corea del Nord e gli Stati Uniti sta spingendo il Dipartimento della Difesa statunitense a stringere collaborazioni con alcune aziende farmaceutiche per lo sviluppo di trattamenti più efficaci contro la

(Reuters) – Valutazioni cliniche congiunte per determinare se nuovi farmaci e dispositivi medici approvati offrano un buon rapporto qualità-prezzo: questa la proposta della Commissione europea per accelerare l’approvazione di nuove molecole da immettere sul mercato. Inoltre si vuole stabilire quali

(Reuters Health) – L’anno che sta per finire  si è rivelato un anno eccezionale per le approvazioni di farmaci.  Rispetto al 2016, la FDA ha infatti autorizzato l’immissione in commercio del doppio delle molecole (41 vs.22). Ma i rendimenti degli

Sono 580 mila le persone indigenti (12% dei poveri assoluti) che nel nostro Paese hanno beneficiato nel 2017 delle donazioni provenienti dai 1.722 enti convenzionati con il Banco Farmaceutico. Una situazione “disomogenea dal Nord al Sud Italia”, sottolinea il direttore

(Reuters Health) – Per la prima volta, dopo dieci anni, calano le previsioni sulle vendite mondiali dei prodotti farmaceutici. Il motivo principale? La pressione continua dei prezzi nel mercato chiave degli Stati Uniti. Un quadro che induce gli analisti a moderare le previsioni dei guadagni

Circa 300 milioni di euro. A tanto ammonta il saldo negativo 2016 tra l’export e l’import farmaceutico italiano. Lo scorso anno l’Italia ha esportato farmaci per 7,5 miliardi annui,  ma ne ha importati per 7,8 miliardi. Una proporzione inversa rispetto

(Reuters Health) – Con 21 approvazioni da parte della FDA dall’inizio dell’anno, a fronte di 22 rilasciate in tutto il 2016, e 42 dell’EMA, il numero dei nuovi farmaci in commercio ha ripreso a crescere. Il rallentamento dello scorso anno,

Nel 2016 la spesa per gli antistaminici in Italia è aumentata rispetto all’anno precedente del +1,7%, così come i volumi si sono attestati a +1,3% rispetto al 2015. È la foto che emerge da report curato da  QuintilesIMS Italia. Nel 2016

Quando Biogen ha annunciato il prezzo di Spinraza – nuovo farmaco per la terapia di una malattia rara, l’atrofia muscolare spinale –  fissandolo a 750.000 dollari per il primo anno e 375.000 per i successivi, Il valore delle azioni della

La non-compliance provoca 125 mila morti l’anno solo negli USA. È quanto emerge da una review pubblicata da Annals of Internal Medicine, secondo cui per le malattie croniche il tasso arriva a sfiorare il 50%. Almeno il 10% dei ricoveri negli Stati