Studio Imperial College: da variante Omicron, rischio reinfezione cinque volte più alto rispetto a Delta

Condividi:
Share

(Reuters) – Il rischio di reinfezione con la variante Omicron del coronavirus è più di cinque volte superiore a quello relativo alla variante Delta e non sembra dare sintomi più lievi rispetto a quest’ultima. A evidenziarlo è uno studio dell’Imperial College di Londra, che non è stato, però, ancora sottoposto a peer review.

I risultati si basano sui dati raccolti dalla Health Security Agency and National Health Service inglese su persone che sono risultate positive al COVID-19 tra fine novembre e l’inizio di dicembre, in particolare 333mila casi, di cui 122,062 da Delta e 1.846 dalla variante Omicron.

“Non abbiamo prove che Omicron abbia una gravità diversa da Delta”, ha affermato lo studio, anche se i dati sui ricoveri restano limitati. “Prendendo in considerazione fattori quali lo stato di vaccinazione, l’età, il sesso o l’etnia, Omicron è stato associato a un rischio di reinfezione 5,4 volte maggiore rispetto a Delta”, hanno aggiunto i ricercatori. Questo implica che “la protezione contro la reinfezione da una pregressa infezione potrebbe arrivare al 19%”, ha sottolineato l’Imperial College in una dichiarazione.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana Daily Health Industry)

Notizie correlate

Lascia un commento