Pfizer-Merck KGaA: ok per Bavencio anche nel cancro alla vescica

10 maggio, 2017 nessun commento


(Reuters Health) – Seconda approvazione da FDA, in meno di due mesi, per Bavencio (avelumab), il farmaco messo a punto da Pfizer e Merck KGaA per il trattamento di diverse forme tumorali. Dopo l’ok per l’impiego nella terapia del tumore a cellule di Merckel, una rara forma di cancro della pelle, è arrivat l’approvazione, con procedura rapida, per il trattamento del cancro della vescica in fase avanzata. In particolare, Bavencio sarà utilizzato nel trattamento delle forme di tumore localmente avanzato o metastatico e nel caso in cui la malattia è progredita durante o dopo la chemioterapia, o entro 12 mesi di chemioterapia prima o dopo l’intervento chirurgico. Si tratta della quarta immunoterapia approvata per il cancro della vescica in fase avanzata. Secondo Merck KGaA, il prezzo all’ingrosso del farmaco, calcolato su un paziente medio, sarà intorno ai 13 mila dollari al mese, meno dei 15 mila dollari di Imfinzi, il trattamento di AstraZeneca sempre per il tumore della vescica che ha ricevuto l’ok degli USA la settimana scorsa. In commercio ci sono anche Tecentriq, di Roche, e Opdivo, di Bristol Myers Squibb. L’ok a Bavencio si basa sui risultati ottenuti in uno studio su 242 pazienti. Ma come condizione per l’approvazione accelerata, le due aziende dovranno completare altri trial per confermare che effettivamente il trattamento riesce a prolungare la sopravvivenza dei pazienti. Il farmaco appartiene alla classe degli inibitori di PD-L1 o PD-1, che aiutano il sistema immunitario ad attaccare il tumore bloccando il meccanismo che le cellule neoplastiche utilizzano per eludere la ‘sorveglianza’ dell’organismo.

Fonte: Reuters Health News

(Versione italiana per Daily Health industry)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*