Oncologia, accordo tra biotech americane per candidato tumore al seno

13 febbraio, 2017 nessun commento


Seattle Genetics pagherà 250 milioni di dollari in anticipo per i diritti di IMMU-132 di Immunomedics, un candidato contro i tumori solidi. L’operazione finanziaria, il cui ammontare potrebbe salire a 2 miliardi di dollari, consegna a Seattle Genetics la responsabilità di accelerare l’approvazione della FDA di IMMU-132 come terapia nel cancro al seno metastatico triplo negativo (TNBC), ma anche quella spingere il farmaco verso altre indicazioni terapeutiche. IMMU-132 è un antibody-drug conjugate (ADC) mirato al TROP-2 che si esprime in diversi tumori solidi. Il TROP-2 è sovraespresso in alcuni tipi di cancro mentre è relativamente raro nei tessuti sani e questo fatto potrebbe consentire a IMMU-132 di colpire selettivamente le cellule tumorali, risparmiando quelle sane. Offrendo il farmaco a Seattle Genetics, Immunomedics risparmia fino a 100 milioni di dollari in costi di sviluppo a breve termine e ottiene un partner che è potenzialmente in grado di risolvere le sue persistenti preoccupazioni di produzione. In questo modo Seattle Genetics potrebbe essere in grado di commercializzarlo entro 12 mesi.

 

Cynthia Sullivan, amministratore delegato di Immunomedics ha dichiarato: “In poco più di tre anni abbiamo sviluppato IMMU-132 per molteplici indicazioni cliniche e abbiamo richiesto l’approvazione accelerata per il suo impiego contro i TNBC con l’intento di metterlo in commercio entro la fine del 2017 o all’inizio del 2018.”

 

L’approvazione della FDA attiverà una serie di pagamenti che potrebbe in ultima analisi portare sul conto in banca di Immunomedics la somma di 1,65 miliardi di dollari. Un’ulteriore somma di 50 milioni di dollari è legata ai diritti al di fuori degli Stati Uniti, Canada e Unione Europea. Seattle Genetics e Immunomedics potrebbero, in ultima analisi, anche decidere di dividersi questi territori. Immunomedics ha anche il diritto di co-promuovere l’ADC fuori dagli Stati Uniti.

 

Seattle Genetics sta acquistando una quota del 2,8% in Immunomedics e ha la possibilità di portarla al 9,9%. Tuttavia Seattle Genetics non può votare alla prossima riunione annuale degli azionisti di Immunomedics prevista il ​​16 febbraio 2016. L’incontro vedrà la lotta tra Immunomedics e venBio che sta cercando di inserire alcuni suoi dirigenti nel consiglio di amministrazione di Immunomedics.

 

Trovare l’accordo con Seattle Genetics significa dare a Immunomedics una buona spinta nella riunione. Tuttavia i termini della transazione sono tali che ci potrebbero essere ulteriori colpi di scena. Immunomedics può negoziare fino al 19 febbraio.

 

Seattle Genetics è stata la prima di diverse società ad ottenere l’accettazione della sua offerta per IMMU-132. Le azioni di Immunomedics sono aumentate del 30% in seguito alla notizia, mentre quelle di Seattle sono scese di oltre il 4%.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*