Novocure: dispositivo indossabile Optune efficace nel tumore del pancreas

5 aprile, 2017 nessun commento


La tecnologia Tumor Treating Fields (TTFields), che sfrutta campi elettromagnetici per colpire i tumore solidi, sarebbe sicura ed efficace nel trattamento del tumore del pancreas. A dichiararlo è stata NovoCure, che ha già un apparecchio in commercio, Optune, autorizzato in USA per il trattamento del glioblastoma. I dati relativi all’ultimo trial clinico di fase II, PANOVA, su pazienti con cancro del pancreas, sono stati presentati all’incontro dell’American Association for Cancer Research. Lo studio è stato condotto su 20 pazienti con tumore del pancreas non asportabile chirurgicamente e che non si erano sottoposti a chemioterapia o a radioterapia prima di entrare in sperimentazione. Il trattamento elettromagnetico è stato somministrato insieme a due farmaci chemioterapici, nab-paclitaxel e gemcitabina. Tra i pazienti che ricevevano il trattamento combinato, la sopravvivenza libera da progressione della malattia è stata, in media, di 12,7 mesi, contro 5,5 dei controlli, ovvero pazienti trattati solo con i due farmaci. Inoltre, il tasso di sopravvivenza a un anno è stato del 72% nel gruppo trattato con Optune, rispetto al 35% dei controlli. Infine, non sono stati riportati eventi avversi gravi correlabili a questa tecnologia. “Siamo molto soddisfatti di questi risultati – ha detto Eilon Kirson, CSO e capo del settore Ricerca e Sviluppo di NovoCure -. Questi dati ci fanno sperare che TTFields possa essere usata in combinazione con altri trattamenti, contro diversi tumori solidi, per aumentare la sopravvivenza, senza aumentare in modo significativo gli effetti collaterali”. NovoCure, inoltre, sta lavorando a un protocollo di fase III per studiare l’apparecchio insieme alla terapia, nel trattamento di prima linea in pazienti con carcinoma pancreatico localmente avanzato, i cui tumori non possono essere rimossi chirurgicamente. Optune è un apparecchio non invasivo costituito da quattro cerotti adesivi che si applicano direttamente sulla parte dove si trova il tumore. Inizialmente è stato approvato nel 2011, mentre il dispositivo di seconda generazione ha avuto l’ok dell’ente regolatorio americano a luglio scorso. A dicembre NovoCure ha dichiarato che il trattamento è sicure ed efficace anche nei pazienti con cancro del seno.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*