Novartis: ok FDA a Kymriah per il trattamento del linfoma a grandi cellule B

2 maggio, 2018 nessun commento


(Reuters Health) – Ok della FDA a Kymriah per il trattamento di pazienti affetti da linfoma a grandi cellule B, peggiorato nonostante due o più cicli terapeutici precedenti. L’approvazione dell’ente regolatorio statunitense mette in concorrenza diretta la terapia cellulare di Novartis con Yescarta di Gilead, approvato a ottobre dalla Food and Drug Administration con le stesse indicazioni. Sia Kymriah che Yescarta sono terapie CAR-T che riprogrammano le cellule immunitarie dell’organismo per riconoscere e attaccare le cellule maligne. Kymriah, somministrato come terapia una tantum, è stato approvato ad agosto per pazienti fino a 25 anni affetti da leucemia linfoblastica acuta. Per questa indicazione Novartis ha stabilito il prezzo di 475.000 dollari, vincolato alla risposta clinica dei pazienti entro trenta giorni. Per i pazienti affetti da linfoma, l’azienda svizzera ha invece stabilito il medesimo prezzo di Yescarta ( 373.000 dollari) senza prevedere rimborsi in caso di insuccesso terapeutico. Kymriah è stato anche approvato per gli adulti con linfoma a cellule B e linfoma diffuso a grandi cellule B derivante da un linfoma follicolare.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana per Daily Health Industry)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*