Ionis-Novartis: accordo su candidato patologie cardiovascolari

Ionis-Novartis: accordo su candidato patologie cardiovascolari
Condividi:
Share

(Reuters Health) – Novartis esercita la sua opzione e ottiene in licenza da Ionis Pharmaceuticals un candidato per le patologie cardiovascolari che ha come bersaglio l’RNA.

L’obiettivo della casa farmaceutica svizzera è affiancare altri farmaci al suo blockbuster Entresto per l’insufficienza cardiaca.

Novartis condurrà uno studio di fase III su TQJ230, anche noto come AKCEA-APO(a)-LRx, contro una forma ereditaria di cardiopatia in cui le persone presentano livelli elevati di lipoproteina(a) che non possono essere abbassati con la dieta e le modifiche allo stile di vita.

Il franchise dei farmaci per le malattie cardiovascolari di Novartis ha sofferto dopo la scadenza nel 2012 di alcuni brevetti, come quello di Diovan.

Ora che il suo Entresto, sul mercato da tre anni, ha superato il miliardo di euro di vendite nel 2018, l’azienda spera che TQJ230 possa entrare nel nuovo portfolio di farmaci per il cardiovascolare.

“Siamo entusiasti del nuovo approccio che bersaglia l’RNA e che potrebbe cambiare la condizione delle persone con lipoproteina (a) elevata”, dice John Tsai, a capo dello sviluppo farmaceutico di Novartis. “Se il nostro studio di fase III avrà successo, ci attendiamo che TQJ230 diventi la principale opzione di trattamento”.

Novartis e Ionis, che hanno contribuito allo sviluppo del farmaco di Biogen per l’atrofia muscolare spinale Spinraza, lo scorso anno hanno chiuso un accordo per lavorare insieme ai farmaci per l’apparato cardiovascolare. Le aziende non hanno reso noti i termini di quest’ultimo accordo.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana per Daily Health Industry)

Taggato con: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*