Healthcare, ecco i leader che guidano l’innovazione

25 Luglio, 2019 nessun commento


Condividi:
Share

Con l’evoluzione dell’assistenza sanitaria da un semplice sistema che fornisce cure a un’organizzazione che punta a interventi precoci, prevenzione e trasformazione digitale, si sono aperte le porte a un sistema sostenibile di assistenza, supportato da medicina personalizzata, innovazione e modelli pubblici e privati più efficienti.

In questo ambito, ci sono delle figure che si sono distinte per aver dato un maggior contributo a questa trasformazione.

A individuare i cinque personaggi attualmente più influenti nel settore healthcare è stata la rivista Industry Leaders.

Atul Gawande è il CEO di Haven, una società che comprende JPMorgan, Amazon e Hathaway e che ha come obiettivo un radicale cambiamento dell’assistenza sanitaria negli USA.

Haven è infatti una società no profit che vuole ridurre i costi delle tre società che a compongono e che insieme totalizzano 1,2 milioni di dipendenti. Gawande ha scritto molto sui problemi del sistema sanitario americano e sull’aumento di costi inutili che gravano sui consumatori.

C’è poi David Wichmann, CEO di UnitedHealth Group. L’azienda punta all’innovazione supportata dall’analisi dei dati.  Il fatto che il suo CEO sia uno dei leader più infuenti dell’healthcare è dovuto anche ai suoi sforzi nel guidare l’approdo alla tecnologia digitale.  Wichmann vuole aumentare l’interazione umana con i canali digitali per aiutare i consumatori a prendere decisioni migliori e consentire ai fornitori di offrire cure mediche personalizzate.

La più giovane dei leader influenti in ambito healthcare è Divya Nag, la cui azienda, Stem Cell Theranostics, sta cercando di affrontare uno dei maggiori problemi in clinica, legato alla perdita di cellule staminali quando vengono messe in coltura. La società di Nag trasforma le cellule in cellule cardiache che possono vivere in una capsula di Petri ed essere così usate per testare nuovi farmaci.
.Attualmente, la scienziata guida Apple a espandersi nell’ambito delle tecnologie applicate alla salute e ha aiutato l’azienda di Cupertino a mettere a punto ResearchKit, uno sviluppatore di applicazioni open source che fornisce archiviazione di dati e la condivisione di informazioni tra medici e ricercatori.

L”altra donna che figura tra i cinque personaggi più influenti in questo ambito è Jenny Doudna, che insieme a Emmanuelle Charpenter ha messo a punto la tecnica dell’editing genetico CRISPR Cas9, una delle invenzioni più innovative in biologia. La tecnica consente di modificare i geni su un’ampia scala e a costi contenuti.

Attualmente è il metodo di manipolazione genetica più semplice, versatile e preciso. E Doudna è stata la prima a scoprire la struttura e il funzionamento del ribozima, un tipo di RNA catalitico che ha contribuito a rivoluzionare la ricerca sull’RNA.

Ultimo tra i personaggi citati è Kenneth Frazier, CEO di MSD, azienda che sotto la sua guida ha costantemente investito in ricerca e sviluppo, mettendo a punto un vaccino contro Ebola distribuito nella Repubblica del Congo e grazie al quale nel 2013 Frazier si è assunto un grosso rischio finanziario, dando però priorità alla ricerca rispetto al raggiungimento di un obiettivo di guadagno dell’azienda.

Da quando il manager ha preso la guida di MSD, inoltre, il valore delle azioni dell’azienda americana è raddoppiato e la società ha lanciato uno dei farmaci più significativi di una nuova generazione di antitumorali, l’immunoterapico Keytruda.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*