GSK: al via trial di fase III su biologico contro asma grave eosinofilico

Condividi:
Share

Con la somministrazione della prima dose al primo paziente, GSK ha avviato lo studio di fase III  sull’anticorpo monoclonale anti IL-5 a lunga durata d’azione per il trattamento dell’asma grave eosinofilico.

In particolare, è partito il primo di tre trial, SWIFT-2, che fa parte di un programma in fase avanzata che valuta sicurezza ed efficacia di GSK3511294 (GSK’294), un biologico sperimentale messo a punto per sopprimere nel lungo periodo l’IL-5, con un’iniezione ogni sei mesi.

Secondo GSK, l’IL-5 è una citochina chiave, responsabile della proliferazione, attivazione e sopravvivenza degli eosinofili, che svolge un ruolo in oltre le metà dei pazienti, rendendola un obiettivo terapeutico.

Il programma di Fase III su GSK’294 comprende tre studi su 2.450 pazienti. Lo studio SWIFT-1 e SWIFT-2 valuteranno GSK’294 nelle persone che soffrono di asma grave eosinofilico non controllabile, nonostante il trattamento standard con corticosteroidi per via inalatoria a dose medio-alta.

Un altro studio, NIMBLE, valuterà invece se i pazienti con asma grave eosinofilico tenuto sotto controllo con la terapia a base di mepolizumab o benralizumab possono mantenere tale beneficio quando passano a GSK’294.

“Circa il 10% di tutti i pazienti asmatici soffre di sintomi evitabili dell’asma grave eosinofilico e solo un paziente su quattro che può beneficiare di una terapia biologica ne riceve attualmente una”, dice Christopher Corsico, vicepresidente senior per lo sviluppo di GSK. “Questi pazienti potrebbero trarre beneficio da terapie più mirate per controllare meglio la loro malattia. Il vantaggio di GSK’294 risiede nel fatto che può essere somministrato con un’iniezione sottocutanea ogni sei mesi”.

Notizie correlate

Lascia un commento