Fuga verso le start up. VP Gilead sceglie la Cina

Condividi:
Share

Il VP clinical research di Gilead, Erin Quirk, passa a Terns Pharmaceuticals, focalizzata in oncologia e nel settore della NASH.

Lo scorso ottobre l’azienda, che ha sede a Shanghai in Cina e a San Mateo, in California, USA, ha raccolto 80 milioni di dollari per sostenere la fase iniziale della pipeline, compresi tre programmi, in ambito NASH, di Eli Lilly. L’obiettivo è iniziare i test clinici quest’anno.

In Gilead Quirk ha supervisionato tutte le fasi dello sviluppo clinico per il trattamento dell’HIV. Ha inoltre guidato lo sviluppo delle small molecules contro malattie virali emergenti e trascurate, compresi gli antivirali contro il virus Ebola.

Prima di arrivare in Gilead, Quirk è stato direttore della ricerca clinica presso MSD, dove ha contribuito a condurre studi sui vaccini contro l’HIV e su piccole molecole contro l’epatite C.

La pipeline
Il candidato principale di Terns, TERN-101, è un agonista FXR attualmente in studio di fase 1 in Europa e in stadio preclinico in Cina. TERN-201 è invece un inibitore SSAO che mira a ridurre lo stress ossidativo e reclutare globuli bianchi nel fegato.

Sostenute da Lilly Asia Ventures, Orbimed, Decheng Capital e Vivo Capital, le altre aree di lavoro dell’azienda includono un inibitore ASK1, un agonista THR-beta, un altro bersaglio NASH non rivelato, target oncologici del fegato, tumori solidi e la leucemia mieloide cronica.

Notizie correlate

Lascia un commento