Due anni sulla pipeline e poi l’IPO. La strategia della biotech Moderna

5 febbraio, 2018 nessun commento


Moderna Therapeutics – azienda capofila della classe di farmaci basati sul mRNA – ha raccolto 500 milioni da investitori privati allo scopo di raccogliere una maggiore quantità di dati sulla sua pipeline e sviluppare ulteriori capacità produttive in vista di una IPO. Moderna, che ha sede a Cambridge, nel Massachusetts, dispone oggi di 1,4 miliardi di dollari e ha accesso a ulteriori 250 milioni di dollari in sovvenzioni. Con questa liquidità, la biotech è in grado di lavorare per i prossimi due anni. Il tutto in vista di una IPO  La biotech punta su alcuni candidati mRNA in fase 2. Dal punto di vista degli investimenti. Moderna ha intenzione di acquisire un’infrastruttura manufatturiera, fondamentale per lo sviluppo dei  piani a lungo termine e per lavorare sui prospect di pipeline.”Continuiamo a lavorare nell’obiettivo di costruire rapidamente una pipeline di medicinali mRNA, come abbiamo dimostrato portando in clinica, negli ultimi 24 mesi, 10 candidati”, dice in una nota Stéphane Bancel, Ceo di Moderna.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*