Discovery drug: c’è anche la britannica C4X

Condividi:
Share

(Reuters Health) – C4X, una drug discovery firm britannica, è in procinto di stringere accordi di partnership per i suoi programmi nelle aree terapeutiche che riguardano l’anemia falciforme, il cancro e l’infiammazione.

C4X Discovery utilizza database genetici per trovare pazienti che probabilmente risponderanno ai farmaci e la tecnologia virtuale per creare modelli 3D di molecole in grado di prevederne il comportamento nell’organismo umano.

Il CEO Clive Dix ha dichiarato che la società ha creato un portafoglio di nuovi medicinali attraenti per i partner, come dimostrato dal National Institutes of Health, che ha assegnato a Indivior una sovvenzione per lo sviluppo clinico della sua molecola C4X3256 come potenziale trattamento per curare la dipendenza da uso di oppioidi.

“Siamo molto fiduciosi in questi accordi nel prossimo futuro e anche oltre”, ha affermato Dix

È infatti confermato l’interesse per il candidato NRF-2 contro l’anemia falciforme, il quale ha dimostrato di poter aumentare l’emoglobina fetale e di poter ridurre lo stress ossidativo e l’infiammazione.

“I recenti entusiasmanti nuovi dati supportano il potenziale del nostro programma di attivatori NRF-2 come trattamento alternativo per questi pazienti che non hanno molto a disposizione”, conclude Dix.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana per Daily Health Industry)

Notizie correlate

Lascia un commento