“Disclosure Code” USA: nel 2015 dalle aziende 7,52 mld di dollari

5 luglio, 2016 nessun commento


(Reuters Health) – Ammonta a 7.52 miliardi di dollari la cifra che nel 2015  le case farmaceutiche operanti negli USA hanno pagato ai medici per onorari, programmi educazionali e altre forme di collaborazione.

È il dato pubblicato negli Stati Uniti, nell’ottica della trasparenza, dall’Open Payment Program che negli ultimi 3 anni, seguendo quanto indicato dalla legge in tema di ‘Affordable care’, mette nero su bianco i rapporti economici che intercorrono tra aziende e classe medica. Una decisione presa per far luce sui dubbi e preoccupazioni delle interazioni e possibili pressioni, attraverso forme di collaborazione e contributi economici, che le aziende farmaceutiche farebbero sui medici per guidare scelte terapeutiche, programmi di ricerca e prescrizioni.

Sulla cifra totale di sette miliardi e mezzo, 2.6 sono relativi a spese generali, 3.89 sono stati spesi per la ricerca e 1.02 per proprietà o interessi relativi a investimenti. Secondo l’Open Payment Program. il 2.26% delle transazioni finanziarie tra aziende e medici sono legate al campo dei trattamenti a base di oppioidi.

Le aziende “top spender”
In cima al podio c’è Pfizer con 44.7 milioni di dollari per spese generali e 391.7 per programmi di ricerca; subito sotto si trova Merck rispettivamente con 34.4 e 128 milioni di dollari. Seguono Allergan, con 35.6 milioni di spese e 27.5 per la ricerca, e Amgen con 35.6 e 27.5.

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*