Covid, Regeneron: nuovo accordo con Governo USA per fornitura cocktail di anticorpi

Condividi:
Share

Dopo aver concordato la fornitura al Governo degli Stati Uniti per 300.000 dosi del suo cocktail di anticorpi, Regeneron ha firmato un nuovo accordo di fornitura molto più ampio, che potrà arrivare a un massimo di 1,25 milioni di dosi. Se la società sarà in grado di fornire tutte il quantitativo pattuito, l’incasso finale potrebbe toccare i 2,63 miliardi di dollari.

In base al nuovo accordo, il Governo USA pagherà Regeneron per tutte le dosi che sarà in grado di produrre entro la fine di giugno riservandosi il diritto di acquistare eventuali dosi aggiuntive.

Il cocktail di anticorpi di Regeneron è autorizzato per il trattamento di pazienti con forme di COVID-19 da lievi a moderate che corrono il rischio di progredire verso una malattia più grave. È già approvato con un dosaggio di 2.400 mg, ossia 1.200 mg ciascuno dei due componenti: casirivimab e imdevimab. L’azienda sta testando anche dosaggi dimezzati rispetto a questi.

Se Regeneron otterrà autorizzazione della FDA per poter impiegare la dose più bassa, la società prevede di essere in grado di soddisfare l’intero ordine entro la fine di giugno 2021.

Con la dose più alta, l’azienda prevede invece di essere in grado di produrre circa 750.000 dosi entro il 30 giugno.

Le prime consegne di anticorpi di Regeneron al governo degli Stati Uniti hanno prodotto vendite per 144 milioni di dollari nel quarto trimestre 2020 . La cifra è risultata inferiore alle aspettative di alcuni investitori ma sono previste consegne più numerose nel primo trimestre del 2021, come ha affermato il CEO Len Schleifer.

Nel frattempo, anche Eli Lilly sta anche producendo e fornendo al governo degli Stati Uniti il suo anticorpo, bamlanivimab. L’amministrazione USA ha infatti negoziato un acquisto per 950.000 dosi entro la fine di questo mese.

Notizie correlate

Lascia un commento