Brexit, Governo UK: 100 mln di sterline in AI per evitare l’isolamento

Condividi:
Share

Con l’avvicinarsi della data della Brexit, il governo britannico ha annunciato che investirà 100 milioni di sterline per 1.000 nuovi dottori di ricerca, da collocare presso le università di tutto il Paese, nel settore dello sviluppo dell’intelligenza artificiale.

Durante la sua visita al World Economic Forum di Davos, in Svizzera, il responsabile dell’erario, Philip Hammond, ha detto che questo piano serve ad aiutare a far sopravvivere l’economia britannica.

Il denaro finanzierà la ricerca sulla tecnologia negli ospedali del NHS. Secondo il governo britannico, il settore digitale del paese ha un fatturato di oltre 130 miliardi di sterline e impiega 2 milioni di persone, con una crescita doppia del numero del posti di lavoro rispetto ad altri settori.

Secondo l’associazione per l’industria farmaceutica britannica, il Regno Unito è il terzo centro al mondo per la ricerca e lo sviluppo delle life sciences dopo le coste est e ovest degli Stati Uniti.

“L’investimento di oggi ci aiuterà a scoprire le terapie del futuro”, ha detto in una nota la responsabile scientifica dell’ABPI, Carole Longson. “Contribuirà anche a garantire gli investimenti in R & S nel Regno Unito e a mantenere la Gran Bretagna all’avanguardia nelle scienze”.

Il nuovo investimento si basa sull’accordo governativo con il settore del life science dello scorso dicembre relativo all’utilizzo dei big data e delle tecnologie digitali per attirare studi clinici nel paese.

Notizie correlate

Lascia un commento