Biovac Institute produrrà per il Sudafrica vaccini Sanofi e Pfizer

3 Luglio, 2019 nessun commento


Condividi:
Share

(Reuters Health) – Il Biovac Institute sudafricano avvierà la produzione locale del vaccino esavalente Hexaxim, di Sanofi, l’anno prossimo e del vaccino anti-polmonite Prevnar 13, di Pfizer, nel 2021. A dichiararlo è stato Morena Makhoana, CEO di Biovac, l’istituto che ha una partecipazione pubblico-privato, del 47,5% di proprietà del governo sudafricano. E l’ambizione a lungo termine è quella di espandere le vendite nel continente.

Le nuove linee di produzione fanno seguito ad anni di trasferimenti di tecnologia e aggiornamenti delle competenze con i partner Sanofi e Pfizer. La struttura di Città del Capo, ammodernata con un costo di 70 milioni di dollari, produrrà quattro milioni di dosi di vaccino Hexaxim l’anno e può ancora crescere in modo significativo mentre esplora nuovi possibili mercati vicini, come Mozambico, Namibia e Angola.

Il governo sudafricano compra circa il 95% dei 25 milioni di dosi di vaccini forniti annualmente da Biovac, che coprono contro malattie come tubercolosi, cancro del collo dell’utero e influenza. Hexaxim di Biovac è un vaccino ‘sei in uno’ per diverse malattie inclusi difterite, tetano e polio ed è l’unico al mondo che non deve essere mischiato prima di essere iniettato. Questa caratteristica lo rende più facile da somministrare nelle cliniche sperdute e povere di risorse dell’Africa. E su questo vaccino Biovac è l’unico partner di trasferimento tecnologico di Sanofi.

L’azienda francese ha dichiarato che continuerà a investire nel programma vaccinale del Sud Africa, che considera un mercato emergente insieme a tutto il continente. Circa un bambino africano su cinque, per esempio, non viene immunizzato contro il morbillo, con 61mila morti prevenibili ogni anno, secondo l’OMS.

Per Prevnar 13, invece, Makhoana si aspetta una piena produzione di tre milioni di dosi nella prima metà del 2021. Il piano rientra nell’ambito di un accordo quinquennale firmato con Pfizer nel 2015;Bioovac ha confezionato finora solo siringhe etichettate, ma sta ora acquisendo le capacità di portare a termine anche i processi di formulazione e riempimento.

Fonte: Reuters Health
(Versione italiana per Daily Health Industry)

Tag:, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*