Astrazeneca lancia in Italia il primo device elettronico per l’asma

11 maggio, 2017 nessun commento


AstraZeneca ha lanciato Turbo+, il primo device elettronico in ambito respiratorio, che, grazie alla combinazione con un’App per smartphone, permette il monitoraggio della terapia nei pazienti con asma. Il device è dotato di un microfono che permette di sentire quando il paziente fa l’inalazione e di registrare tutte le inalazioni attraverso l’App, così da offrire l’opportunità sia al paziente sia al medico curante di verificare la continuità terapeutica. Inoltre l’App consente al paziente di impostare degli allarmi per ricordarsi di fare l’inalazione, supportandolo quindi nel rispetto della terapia. Turbo+, che deve essere assemblato all’inalatore Turbohaler contenente budesonide/formoterolo, verrà inizialmente utilizzato presso centri specializzati che saranno i primi a fare esperienza di questa innovativa tecnologia. Il medico provvede alla registrazione del paziente nel momento stesso in cui consegna l’inalatore, così da garantire una corrispondenza univoca tra device e paziente. Una volta collegato attraverso l’App, scaricabile dal paziente sul proprio smartphone, Turbo+ invierà informazioni dettagliate sul numero e la data delle inalazioni, permettendo così al paziente un costante controllo della propria terapia. Il medico a sua volta avrà un accesso riservato attraverso un portale cosicché, durante la visita di controllo, potrà verificare se il paziente è ben controllato ed è aderente alla terapia.

 

 

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*