Astellas: vaccino penumococcico entra nella fase clinica

Astellas: vaccino penumococcico entra nella fase clinica
Condividi:
Share

Circa due anni fa, Astellas ha acquisito una nuova tecnologia vaccinale pneumococcica da Affinivax. Ora sono iniziati ufficialmente i test sull’uomo.

Affinivax ha comunicato che il primo paziente è stato trattato con il vaccino sperimentale, denominato ASP3772, in uno studio di fase 1/2 che mira a valutare la sicurezza, la tollerabilità e l’immunogenicità del prodotto.

Il trial arruolerà 618 pazienti adulti e si svolgerà in due fasi. Nella prima, gli sperimentatori valuteranno, comparandoli con Prevnar 13, tre diversi livelli di dosaggio di ASP3772 in soggetti adulti di età inferiore ai 65 anni.

La seconda si concentrerà invece su pazienti anziani sopra i 65 anni, considerati più vulnerabili alle infezioni da S. pneumoniae.

A differenza dei vaccini coniugati convenzionali come Prevnar, che utilizzano proteine per trasportare polisaccaridi, ASP3772 utilizza il sistema di presentazione di antigeni multipli (MAPS) di Affinivax, che consente all’antigene della proteina stessa di indurre una risposta immunitaria aumentando così l’effetto protettivo.

Secondo Steve Brugger, CEO di Affinivax, oltre a una potenziale migliore efficacia, la piattaforma di vaccini MAPS potrebbe coprire anche più ceppi microbici di quelli attualmente disponibili.

Potrebbe anche impedire ai batteri di colonizzare il naso e la gola prima di innescare la malattia in persone con un sistema immunitario indebolito, e potrebbe essere anche più economico da produrre.

Attraverso un accordo esclusivo siglato nel febbraio 2017, Astellas ha ottenuto i diritti mondiali per commercializzare il vaccino pneumococcico e guiderà e finanzierà completamente il programma di sviluppo.

Lanciato nel 2014 con la tecnologia MAPS concessa in licenza dall’ospedale pediatrico di Boston, Affinivax ha trovato investitori in organizzazioni no-profit come la Bill & Melinda Gates Foundation, PATH, e anche collaborazione con ClearPath Development Company e Astellas.

I vaccini anti-pneumococco sono davvero un settore attraente. Nel 2018, Pfizer ha incassato 5,8 miliardi di dollari dalle vendite in tutto il mondo.

Ma la concorrenza sta fermentando. MSD ha recentemente avviato un test di fase 3 sul suo candidato coniugato 15-valente, V114 e ha ottenuto la designazione di farmaco “innovativo” dalla FDA per uso pediatrico.

Pfizer è entrata anche nella fase 3 con il follow-up per Prevnar 13, PF-06482077, che copre 20 sierotipi di pneumococco e ha ottenuto la stessa designazione dalla FDA per gli adulti.

Affinivax, con sede a Cambridge, nel Massachusetts, sta anche applicando il sistema MAPS nello sviluppo di vaccini contro le infezioni associate all’assistenza sanitaria.

.

Taggato con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*