Farmaci: inchiesta in India su prezzi vendita di nuove combinazioni

19 maggio, 2017 nessun commento


(Reuters Health) – L’Autorità nazionale indiana per il prezzo dei farmaci (NPPA) ha chiesto spiegazioni a 65 case farmaceutiche – nazionali e internazionali – che hanno messo in vendita di nuove forme di farmaci essenziali per il diabete e antibiotici senza la sua approvazione. Una mossa che potrebbe portare a sanzioni per le aziende, tra cui figurano Abbott, Sanofi, Novartis e pharma indiane come Sun Pharmaceutical e Lupin. Sarebbero 300 i medicinali sotto la lente della NPPA. Per legge, le case farmaceutiche devono richiedere l’approvazione dell’NPPA per nuovi dosaggi o combinazioni di questi farmaci.  Circa metà delle medicine vendute in India sono cocktail di due o più farmaci in dosi fisse, note come “combinazioni a dose fissa”. Lo scorso anno, il ministero della salute ha bandito centinaia di cocktail di questo tipo poiché mancavano di efficacia terapeutica e approvazione normativa, oltre a essere potenzialmente dannose. Le aziende oggetto dell’inchiesta di NPPA dovranno fornire informazioni entro il 15 giugno.

Fonte: Reuters Health News

(Versione italiana per Daily Health Industry) 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*