Sede Ema, parere esperto: scelta e procedura violano norme diritto comunitario

9 marzo, 2018 nessun commento


La scelta della nuova sede dell’EMA è in contrasto con le prerogative del Parlamento europeo in quanto co-legislatore nel contesto della procedura legislativa ordinaria; la procedura seguita per la selezione della nuova sede dell’EMA è in violazione della normativa dell’UE.
È questa la conclusione cui è giunto Takis Tridimas, professore di diritto europeo e direttore del Centro di diritto europeo al King’s College di Londra, e professore al College of Europe di Bruges, al quale si sono rivolti soggetti pubblici e privati a sostegno della candidatura di Milano, in accordo con il Comune di Milano e con il Governo italiano, Particolare attenzione è stata posta alla questione relativa all’attuazione della procedura di co-decisione, tenendo in considerazione una sua presunta violazione non essendo il Parlamento europeo stato debitamente coinvolto in tale procedura ed essendo stato convocato dalla Commissione per ratificare una decisione già presa.
Nel frattempo, la Commissione ha presentato al Parlamento europeo una proposta di modifica del regolamento (CE) n. 726/2004 che istituisce l’EMA, includendo solo una nuova disposizione in cui si afferma che l’Agenzia ha sede ad Amsterdam. Il voto alla Commissione ENVI è previsto per il 12 marzo e la votazione in sessione plenaria è prevista per mercoledì 14 marzo. Una copia del parere legale è stata fornita ai membri del Parlamento europeo coinvolti nelle prossime votazioni per la loro valutazione.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*