GSK: nuovi dati positivi per niraparib nel carcinoma ovarico

GSK ha reso noto i dati a lungo termine dello studio di fase III PRIMA (ENGOT-OV26/GOG-3012) con niraparib. Secondo quanto emerso, il PARP inibitore ha mantenuto un beneficio clinicamente significativo di sopravvivenza libera da progressione di malattia (PFS), utilizzato come terapia di mantenimento in prima linea nelle pazienti con carcinoma ovarico che hanno avuto una risposta alla chemioterapia a base…

Leggi

Roche, carcinoma mammario: rimborsabilità in Italia per pertuzumab e trastuzumab con ialuronidasi umana ricombinante per iniezione sottocutanea

L’Agenzia Italiana del Farmaco ha approvato la rimborsabilità dell’associazione a dose fissa (FDC) di pertuzumab e trastuzumab di Roche con ialuronidasi umana ricombinante, somministrabile per iniezione sottocutanea nel trattamento del carcinoma mammario HER2-positivo in fase precoce e metastatica. Una nuova opportunità terapeutica per le pazienti, con un impatto importante sul miglioramento della qualità di vita, a partire dalla diminuzione del…

Leggi

Sobi: da AIFA rimborsabilità per pegcetacoplan nella EPN

L’AIFA ha concesso la rimborsabilità a pegcetacoplan (Aspaveli), prima e unica terapia mirata sull’inibizione del C3 nel trattamento di pazienti adulti con Emoglobina Parossistica Notturna (EPN) che rimangono anemici dopo trattamento con un inibitore di C5 per almeno 3 mesi. Pegcetacoplan ha ricevuto la designazione di farmaco orfano, concessa a terapie che trattano una malattia grave che colpisce meno di…

Leggi

BioNTech, progressi nel settore delle CAR-T

Non solo vaccini per BioNTech. L’azienda tedesca ha presentato risultati incoraggianti di uno studio di fase 1/ 2 relativo a BNT-211 nel trattamento di alcuni tumori solidi. Si tratta di una terapia CAR-T diretta contro l’antigene claudina-6 sulle cellule tumorali, somministrata insieme al vaccino a mRNA che ne amplifica l’attività terapeutica. I risultati sono stati presentati all’incontro annuale dell’European Society of…

Leggi

Moderna: mercato USA vaccino anti COVID-19 vale13 mld di dollari all’anno

Il mercato statunitense dei vaccini anti COVID-19 potrebbe valere fino a quasi 13 miliardi di dollari all’anno. “Venduti a un prezzo compreso tra i 64 e i 100 dollari per iniezione, i vaccini potrebbero generare un valore compreso tra i 5,2 e i 12,9 miliardi di dollari,” osserva Arpa Garay, responsabile commerciale di Moderna in USA, in occasione dell’evento annuale…

Leggi

Gilead Italia: Frederico da Silva nuovo AD

Frederico da Silva è stato nominato Amministratore Delegato di Gilead Sciences Italia. Il manager, portoghese, vanta una ventennale carriera nel settore farmaceutico con una lunga esperienza proprio in Gilead, dove ha ricoperto ruoli di crescente responsabilità. Laureato in Scienze Farmaceutiche presso l’Università di Coimbra in Portogallo, da Silva ha successivamente conseguito un Master in Marketing Management presso l’Universidade Católica Portuguesa…

Leggi


SICS Srl | Partita IVA: 07639150965

Sede legale: Via Giacomo Peroni, 400 - 00131 Roma
Sede operativa: Via della Stelletta, 23 - 00186 Roma

Daily Health Industry © 2022