Johnson & johnson

Johnson & Johnson è vicina all’acquisizione di Actelion, anche se ancora non si conoscono i dettagli economici dell’offerta. Secondo le indiscrezioni, l’accordo prevederebbe l’acquisto da parte di J&J di alcuni prodotti del portfolio di Actelion, mentre la parte di Ricerca

Johnson & Johnson, con 17 milioni di dollari di finanziamento statale, dà il via all’incubatore JLABS per 30 startup dell’area di New York City. La struttura sarà ospitata ne New York Genome Center (NYGC) e dovrebbe essere pronta per il

Al via nuovo trial clinico per una combinazione di farmaci antitumorali. Questa volta a unire le forze saranno Bristol-Myers Squibb, con il suo Opdivo, e Johnson & Johnson (in Italia Janssen) con Darzalex. I due farmaci saranno testati nel trattamento

Johnson & Johnson sempre più attiva nel biotech. Nel mirino della big pharma del New Jersey ci sono nuovi  dispositivi medici, in particolare nel settore della chirurgia del ginocchio, con la messa a punto di un menisco artificiale ottenuto con

Johnson & Johnson alza l’offerta per Actelion. Il nuovo prezzo proposto non è stato dichiarato, ma si tratterebbe di un aumento significativo rispetto ai 246 CHF (242 dollari) per azione – o ai 26 miliardi di dollari – che Actelion avrebbe

(Reuters Health) – Johnson & Johnson vuole Actelion e le azioni della biotech svizzera salgono del 19%. Il colosso statunitense si starebbe muovendo per acquisire la pipeline della biotech nell’ambito delle patologie polmonari. Né Actelion, né Johnson & Johnson hanno

Un maggior numero di pazienti senza malattia o con una manifestazione minima di psoriasi alla sedicesima settimana di trattamento: sarebbe questo il plus del nuovo farmaco contro la psoriasi di Johnson & Johnson (in Italia Janssen), guselkumab, rispetto a Humira di

(Reuters Health) – Via libera da parte della FDA americana all’utilizzo del farmaco Stelara, di Johnson & Johnson (in Italia Janssen), per il trattamento degli adulti con malattia di Crohn. Il farmaco era già  stato approvato, negli USA, per il

I dirigenti di Johnson & Johnson, nel mese di aprile, insistevano sul fatto che non ci sarebbe stato il lancio americano per un biosimilare di Remicade (infliximab) nel 2016. Ma, in occasione della call per il Q2 , l’azienda ha

(Reuters Health) – Buone notizie per Johnson & Johnson. L’azienda americana ha raggiunto le previsioni di vendite e guadagni per il 2016 e il Q2 ha battuto le stime, soprattutto grazie ai farmaci da prescrizione.Le azioni dei diversi prodotti sanitari

Nuove indicazioni per Imbruvica (INN-ibrutinib). È questo l’obiettivo di AbbVie e di J&J per il loro farmaco in co-marketing contro i tumori ematologici. Questo prodotto ha recentemente ottenuto dall’FDA ottenuto un riconoscimento per la sua innovatività e la designazione a “terapia

Johnson&Johnson è una tra le 3 aziende al mondo preferite dai Millennials, la cosiddetta generazione Y dei nati tra il 1981 e il 1996. La big-pharma, nonostante un declino della reputation registrato negli ultimi mesi – dovuto ad azioni legali, class actions

Secondo la classifica annuale stilata dal settimanale finanziario Barron’s, Johnson & Johnson è l’azienda globale che gode della maggiore stima da parte degli investitori. Seguono Berkshire Hathaway, che si attesta al secondo posto, e Apple, che scivola in terza posizione dal

Buone notizie per Johnson & Johnson. Standard & Poors le assegna la tripla A. Il colosso statunitense è l’unica azienda non finanziaria – insieme con Microsoft – a ottenere la classificazione più alta nel range delle società “a basso/medio rischio

L’agenzia statunitense EvaluatePharma ha stilato una classifica dei probabili blockbuster 2016 in campo farmaceutico, con stime di vendita al 2020. Con 2,7 miliardi di vendite previste per il 2020 con il nuovo farmaco, in uscita quest’anno, Ocrelizumab, la Roche si

Dodicimila metri quadrati per fornire agli imprenditori spazi condivisi per laboratori e uffici e un mutuo scambio di esperienze in campo scientifico, industriale ed economico. Questo è JLABS@Torontol’ultimo progetto di Johnson & Johnson, il primo fuori dagli USA. La nuova