Boeringher Ingelheim

Boehringer Ingelheim sta sviluppando un modello in grado di prevedere quali pazienti siano più adatti al trattamento con Jardiance. L’azienda farmaceutica tedesca ha deciso di collaborare con l’organizzazione di servizi sanitari Geisinger allo scopo di sviluppare un modello di previsione

Bilancio positivo per Boehringer Ingelheim nel Q2 2017. Il fatturato è salito a 9,2 miliardi di euro, con un aumento, al netto degli effetti di cambio, del 24% (su base euro: +27%) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente Il fatturato del gruppo

Sabine Greulich è il nuovo Presidente di Boehringer Ingelheim Italia. Manterrà anche la carica di Head of Business Unit Human Pharma. Succede a Anna Maria Porrini, alla guida dell’azienda dal 1° gennaio 2014. Nata a Heidelberg, in Germania, e laureatasi in medicina con

La riduzione del 38% del rischio di morte per cause cardiovascolari legata all’assunzione dell’antidiabetico Jardiance, di Eli Lilly e Boehringer Ingelheim, non sarebbe dovuta all’effetto su profilo lipidico, pressione sanguigna e livelli di emoglobina HbA1c. A escludere questo meccanismo è

Boehringer Ingelheim dà vita a BI X, società indipendente del gruppo dedicata allo sviluppo di soluzioni digitali innovative rivoluzionarie, dall’idea alla realizzazione nel progetto pilota, in ambito sanitario. La start-up opererà in stretta sinergia con tutte e tre le unità

Prosegue il testa a testa tra Roche e Boehringer Ingelheim nel campo della fibrosi polmonare idiopatica. All’incontro annuale della American Thoracic Society, entrambe le aziende hanno presentato dati a dimostrazione dell’efficacia dei loro farmaci, Esbriet e Ofev, nel trattamento della patologia

Sviluppare anticorpi in grado di agire sulle cellule gamma-delta T è l’obiettivo che ha spinto Boehringer Ingelheim Venture Fund, insieme alle società Kurma Partners e Idinvest, ad avviare investimenti di serie A, pari a 20 milioni di euro, per supportare

(Reuters Health) – Si farà l’asset swap tra  Boehringer Ingelheim e Sanofi. Dopo le osservazioni della FTC (Federal Trade Commission), l’azienda tedesca ha accettato di cedere cinque prodotti per la salute degli animali. L’accordo tra le due case farmaceutiche prevede l’acquisizione da parte

Arriverà sul mercato USA il biosimilare di Lantus, l’insulina prodotta da Sanofi e uno dei prodotti più venduti dalla casa farmaceutica francese. Il biosimilare Basaglar è prodotto da Eli Lilly e Boehringer Ingelheim e metterà a rischio i 4,02 miliardi

Boehringer Ingelheim, con il proprio Venture Fund, finanzia la biotech NBE Therapeutics AG, per lo sviluppo di farmaci oncologici anticorpali di nuova generazione (ADC). Nel budget della biotech andranno 20 milioni di franchi svizzeri, cui partecipano anche investitori pubblici e

Eli Lilly e Boehringer Ingelheim hanno stretto una collaborazione per testare in combinazione due farmaci contro il tumore al seno. In particolare, il cocktail di medicinali sarà formato dall’anticorpo che agisce sul fattore di crescita insulino-simile-1/IGF-2 (BI 836845), di Boehringer,

(Reuters Health) – Secondo un panel di esperti della FDA, dovrebbe essere concessa a Jardiance (Eli Lilly e Boeringher Ingelheim), farmaco per il diabete di tipo 2, l’estensione del claim per la morte legata a eventi cardiovascolari. L’FDA non è

Nintedanib, farmaco per il trattamento della Fibrosi Polmonare Idiopatica approvato dall’agenzia regolatoria europea (Ema) nel gennaio 2015, ha ottenuto la rimborsabilità anche in Italia. Lo ha annunciato Boehringer Ingelheim, precisando che, per i criteri di rimborsabilità adottati dall’AIFA, solo una parte dei 515 pazienti