Soliris

Prodotto da Alexion

Indicazioni terapeutiche: le malattie rare, tra cui sindrome emolitica uremica atipica

Vendite 2015: 2,59 miliardi di dollari

Proiezione 2020: 5,60 miliardi di dollari

Soliris è uno di quei trattamenti per le malattie ultra-rare con prezzi estremamente elevati. Per molti anni infatti ha superato le lista dei medicinali più costosi al mondo, e il suo prezzo di listino si mantiene sempre alto: secondo la CBC news negli USA il listino è di 669 mila dollari all’anno. L’Alexion ha visto però il suo farmaco respinto in diversi paesi: in Canada si è cercato di abbassare il prezzo di vendita e  l’Inghilterra ha chiesto dettagli sulla R&S e sulle spese di produzione per capire se i costi fossero giustificati.

Le vendite di Soliris continuano tuttavia a salire: da 2,2 miliardi nel 2014 a 2,6 miliardi nel 2015. E una spinta ancora maggiore potrebbe arrivare da tre potenziali nuove applicazioni del farmaco,  tra cui la miastenia grave. E secondo gli analisti non solo la crescita arriverà a superare i 5 miliardi nel 2020 ma continuerà l’ascesa fino al 2025 sfiorando i 7,5 miliardi di dollari.

C’è però un farmaco che potrebbe smuovere le acque. Stiamo parlando di ALN-CC5 della Alnylam. I dati dello studio di fase II saranno svelati in una conferenza a giugno: si tratta di una terapia con RNAi che agisce sul prodotto di un gene coinvolto nelle patologie trattate oggi con Soliris.