Keytruda-Opdivo, testa a testa che appassiona il mercato

12 settembre, 2016 nessun commento


Merck è ufficialmente sulla strada giusta per rubare quote di mercato multimiliardarie a Bristol-Myers Squibb nel trattamento del cancro del polmone. Il suo farmaco immunoncologico Keytruda ha infatti ottenuto una designazione importante per il trattamento di prima linea di questa patologia. I dati che riguardano Keytruda derivano dallo studio Keynote-024, che ha dimostrato come l’inibitore di PD-1 di Merck funzioni meglio della chemioterapia nel ridurre la progressione del cancro. “La chemioterapia è stata il trattamento di prima linea del carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) per decenni” ha commentato il responsabile di R&S di Merck, Roger M. Perlmutter, aggiungendo che la capacità di Keytruda di prolungare la vita di questi pazienti”è una buona notizia”.

Al contrario, Opdivo della Bristol-Myers Squibb non è riuscito a soddisfare gli endpoint di uno studio condotto su pazienti con NSCLC non trattati in precedenza, un risultato a sorpresa che ha portato gli analisti a rivedere le loro stime di vendita dei due farmaci. Anche Roche entra in competizione in questo campo, avendo raccolto dati positivi per il suo Tecentriq nel trattamento del cancro al polmone.

Le stime degli analisti
I risultati ottenuti da Keytruda hanno spinto gli analisti a rivedere le loro previsioni di vendita per il farmaco, arrivando a 2,5 miliardi di dollari. Per Opdivo le stime per il 2020 erano di 8,4 miliardi di dollari. Fino ad ora, infatti, BMS ha venduto più del doppio di Merck (840 milioni nelle vendite del Q2 rispetto a 314 milioni di dollari di Keytruda). Ma i nuovi dati presentati fanno ipotizzare che Merck salirà più del previsto e questo, “quasi per definizione, a svantaggio della Bristol”, ha detto Tim Anderson, analista di Bernstein. Secondo questa agenzia, nel 2025 Keytruda raggiungerà 7,8 miliardi di dollari, rispetto ai 5,35 ipotizzati.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*