Genentech (Roche): a Natale antinfluenzale di nuova generazione?

27 giugno, 2018 nessun commento


Se la FDA dirà sì entro il 24 dicembre, baloxavir marboxil  di Genentech sarà, dopo 20 annni, il primo farmaco antinfluenzale con un nuovo meccanismo d’azione ad arrivare sul mercato. Il composto – che in Giappone è prodotto da Shionogi ed è disponibile con il nome commerciale di Xofluza –  agisce in una fase diversa della replicazione del virus rispetto agli altri trattamenti anti-influenzali attualmente disponibili. È infatti progettato per inibire la proteina che i virus influenzali utilizzano per riprodursi nel corpo umano. L’ok della FDA si baserà probabilmente sul suo nuovo meccanismo e sul grande potenziale mostrato in uno studio di fase 3.  Baloxavir marboxil viene assunto una sola volta. Tamiflu, un altro farmaco di Roche usato per combattere l’influenza, deve essere assunto due volte al giorno per cinque giorni, ossia il ciclo completo del trattamento. Invece, una sola pillola del nuovo composto riesce ad alleviare i sintomi e abbassare la febbre. Questi dati emergono da uno studio di fase 3 condotto su 1436 soggetti. Il farmaco, inoltre, può abbassare il livello del virus influenzale in sole 24 ore, mentre Tamiflu impiega 72 ore per fare la stessa cosa. Inoltre, sarebbe in grado di trattare alcuni ceppi resistenti a Tamiflu dei virus dell’influenza aviaria H5N1 e H7N9. Genentech ha ottenuto i diritti commerciali su Xofluza al di fuori del Giappone e di Taiwan nel 2016 attraverso un accordo di licenza con lo sviluppatore Shionogi. .

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*