Anemia: GSK follower di AstraZeneca nel trattamento

25 novembre, 2016 nessun commento


(Reuters Health) – GlaxoSmithKline ha avviato studi pivot di un farmaco sperimentale per l’anemia, mettendosi così sulla scia di AstraZeneca, che sta studiando un farmaco che imita la risposta del corpo a un’elevata altitudine.

Daprodustat di GSK, somministrato sotto forma di compressa, è concepito per sostituire i prodotti a base di eritropoietina iniettabile (EPO), usati nei pazienti con malattia renale cronica.  I nuovi farmaci agiscono riproducendo la risposta del corpo a ipossia, o scarsi livelli di ossigeno, aumentando la produzione naturale di EPO nei reni. GSK ha fatto sapere che per suoi studi clinici di fase III ha arruolato 7.500 pazienti con malattia renale. I trial esamineranno l’effetto di daprodustat sull’anemia e la sicurezza cardiovascolare, dati gli elevati rischi associati all’attuale terapia con EPO. La compressa di roxadustat di AstraZeneca, in corso di sviuppo con FibroGen e Astrellas, si trova già all’interno di un programma di test di fase III che coinvolge più di 8.000 pazienti. In Cina, i trial sono stati completati e roxadustat è pronto per essere sottoposta agli enti regolatori.

Fonte: Reuters Health News

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*